Non se ne può più!

In un’intervista effettuata ai vertici ANAC, finalizzata a comprendere quali misure sarebbero da mettere in campo per una semplificazione dopo il flop del codice contratti pubblici di Cantone, qualcuno ha anche parlato di eliminare la terna subappaltori.

Finalmente? No, peggio ancora! Sanno dove sbagliano ma non correggono.

Mentre loro discutono intanto gli imprenditori vanno in giro per tutta Italia a cercare produttori di cemento, bitume e ferro, da inserire in gara quando qualche demente di funzionario ha voglia di perdere tempo con l’inutile terna subappaltatori a infiltrazione mafiosa.

Abbiamo parlato anche troppo di questa scellerata pensata venuta a non si sa chi e del fatto che gli estensori dei bandi sono davvero in qualche caso dei dementi che copiano e incollano senza capire.

Nei loro dorati palazzi aspettando il 27 del mese non si rendono conto del disagio che stanno procurando.

Da qui un’idea di class action, una piccola rivolta pacifica.

Nessuno si preoccupa del nostro tempo perso? Perdere tempo anche voi!

Abbiamo predisposto uno schema di segnalazione ad ANAC, ANTITRUST, FUNZIONE PUBBLICA e altri per segnalare le richieste illegittime di terna cd. a infiltrazione mafiosa in quanto richieste in violazione di legge e in quanto atte a produrre una pericolosissima restrizione della concorrenza.

Chiediamo a tutte le imprese di inviare una PEC agli indirizzi inseriti per lamentare la violazione ogni qualvolta venga richiesta illegittimamente la terna cd. a infiltrazione mafiosa sia in gara che in fase di soccorso istruttorio.

Questo è il modello da compilare e inviare. Perdano un po’ di tempo anche loro!

modello contestazione

Arch. Paolo Capriotti

30/06/2018

© Riproduzione riservata Capriotti Appalti Solutions