Sulla revisione del Codice tanto attesa il Ministro Salvini anticipa la volontà di voler elevare le soglie per l’affidamento diretto, fissate oggi in euro 40.000 per tutte le tipologie di commesse.

«Il codice sarà smontato e riscritto entro novembre»

«Lavorerò sempre perché in Italia ci siano più infrastrutture, non sono per la decrescita infelice»

«Non capisco perché dobbiamo complicarci la vita, stringendo le maglie più di quanto ci chieda l’Europa»

Sono le esclamazioni chiave del vicepremier Matteo Salvini ieri all’Assemblea dei costruttori dell’Ance riuniti a Roma che ha poi premesso che tra le correzioni ci sarà l’innalzamento della soglia per l’affidamento diretto degli appalti.

Il tema dell’innalzamento della soglia di affidamento diretto non era contenuta nelle consultazioni fatta un mese fa dal MIT pertanto non possiamo che pensare che la “grande invenzione sia dell’ultim’ora o che le consultazioni sia di dubbia logica.

Non resta che attendere la riforma del codice allora che dovrebbe arrivare entro le prossime settimane.

Arch. Paolo Capriotti

17/10/2018

© Riproduzione riservata Capriotti Appalti Solutions