Oltre mille emendamenti allo Sblocca Cantieri, quali orientamenti?

Abbiamo spulciato gli emendamenti allo Sblocca Cantieri presentati dalle parti politiche.

Ci sono chiaramente orientamenti contrastanti ma su alcune situazioni sembra esserci una certa convergenza per cui cerchiamo di dare alcuni indirizzi:

  • appalti pubblici, tipologie di gara, potrebbe essere inserita una soglia intermedia le gli affidamenti in procedura negoziata, probabilmente fino ad un milione di euro, per la soglia inferiore di affidamento diretto tutti d’accordo sulle 40.000 tranne la lega che insiste su una soglia maggiore di 350.000 euro;
  • per gli appalti pubblici di servizi tecnici per il post sisma c’è confusione sul criterio di aggiudicazione chi vuole la vantaggiosa chi il solo prezzo, certo sembra che sotto le 40.000 sarà possibile l’affidamento diretto, per la soglia superiore fino alla soglia comunitaria (215 mila euro) sarà negoziata con almeno 10 operatori;
  • per la ricostruzione privata post sisma sembra confermarsi l’eliminazione del confronto concorrenziale, quindi il beneficiario di contributo si sceglierà direttamente dall’anagrafe l’impresa che meglio lo aggrada;

Per i più coraggiosi lasciamo la lettura degli oltre milleduecento emendamenti:   tutti gli emendamenti

Approfittiamo per segnalare un evento formativo gratuito da noi promosso proprio sullo sblocca cantieri, clicca per prenotarti:

CORSO GRATUITO SBLOCCA CANTIERI 31/05/2019

A presto.

13/05/2019

Arch. Paolo Capriotti

© Riproduzione riservata Capriotti Appalti Solutions

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *