Comunicato ANAC: il limite alla quota di subappalto è ancora applicabile

 

Come noto la Corte di Giustizia dell’Unione Europea, con la sentenza C-63/18 del 26 settembre 2019, aveva affermato che la limitazione della quota subappaltabile imposta dalla normativa italiana in materia di appalti pubblici non è in linea con le norme dell’Unione Europea (Questo il nostro articolo al riguardo http://www.gareappaltipubblici.it/corte-di-giustizia-ue-il-limite-al-subappalto-della-normativa-italiana-viola-le-norme-europee/).

L’ANAC, con il [Comunicato del Presidente del 23 ottobre 2019], ha ribadito che il limite normativo in materia di subappalto è ancora applicabile.

Viene richiamato l’accaduto spiegando che “l’art. 1, comma 18, l. 55/2019 ha previsto che fino al 31 dicembre 2020 la quota subappaltabile non può superare il 40% dell’importo complessivo del contratto. Sul limite della quota subappaltabile è intervenuta di recente la sentenza della Corte di giustizia, sez. V, 26 settembre 2019, causa C-63/18″.

Facendo riferimento al Bando-tipo n. 1/2017, l’ANAC specifica che “al fine di orientare l’attività interpretativa delle stazioni appaltanti ed evitare prassi applicative discordanti e/o erronee delle nuove disposizioni codicistiche […] il paragrafo 9 “Subappalto”, (pag. 22), non è conforme all’art. 1, comma 18, l. 55/2019 in quanto fino al 31 dicembre 2020 il limite massimo della quota subappaltabile è pari al 40% dell’importo complessivo del contratto. Devono, inoltre, ritenersi automaticamente sospese le clausole in cui si fa riferimento alla terna dei subappaltatori e ai controlli in sede di gara sui subappaltatori, stante la previsione dell’art. 1, comma 18, l. 55/2019.”

Pertanto, nell’attesa che il legislatore intervenga al fine di modificare l’art. 105 del Codice dei Contratti Pubblici, l’ANAC  suggerisce di continuare ad applicare l’attuale disciplina prevedendo nei bandi di gara, fino al 31 dicembre 2020, che il limite massimo della quota subappaltabile sia pari al 40% dell’importo complessivo del contratto.

14/11/2019

© Riproduzione riservata Capriotti Appalti Solutions

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *